Focus su IAS Atelier, il team di neolaureati e studenti delle facoltà di architettura di Roma.

Aggiornato il: feb 23

Articolo a cura di: https://www.romatoday.it/speciale/lavoro/storie/ias-atelier-studenti-architettura-design.html

#architettura #innovazione #giovani #design #università


"L'iniziativa di un gruppo di neolaureati e giovani studenti romani per diffondere un approccio ecosostenibile e innovativo nel settore dell'architettura"


Sono tantissimi i giovani che desiderano affermarsi dopo gli studi, costruire il proprio bagaglio di conoscenza ed esperienza, portare avanti i propri progetti, ma in un contesto affaticato da crisi economiche e sanitarie non è semplice. Tuttavia, esistono diverse proposte e iniziative interessanti, presenti sul territorio romano e dedicate a giovani, studenti e neolaureati, cui offrono l’opportunità di perfezionare le loro competenze mettendosi in gioco.

Tra queste, IAS Atelier è un team attivo e dinamico che offre a giovani studenti e neolaureati l’opportunità di partecipare ai progetti in atto, di inserirsi nel mondo dell'architettura e dell'interior design, di entrare in contatto con gli interlocutori privilegiati del settore stesso e di settori affini e poter realizzare le proprie idee e i propri progetti.

IAS Atelier

IAS Atelier è un gruppo composto da studenti e neolaureati delle facoltà di Architettura e Interior Design, che si è costituito a Roma nel settembre 2019 e che partecipa ormai da più di un anno ai concorsi internazionali e alle competizioni del settore anche nel product design. Questo team di giovani promesse si propone di diffondere un approccio innovativo nel settore dell’architettura, capace di promuovere e realizzare percorsi progettuali orientati alla sostenibilità ambientale e in grado di utilizzare al meglio le energie rinnovabili e le tecnologie sostenibili nella prospettiva di privilegiare soluzioni costruttive altamente innovative.

Tra i punti di forza che contraddistinguono l'IAS Atelier spiccano indubbiamente la composizione polivalente del team e la visione innovativa dei progetti proposti dal gruppo: infatti, grazie alle diverse competenze portate in campo da questi giovani talenti, il team dell'IAS Atelier affronta le sfide del settore dell’architettura con un approccio attento e complessivo.

I fondatori del team sono Ranieri Luchetti e Gianluca Gabrielli, entrambi studenti della facoltà di Architettura dell'Università Roma Tre e Creative Directors dei progetti presentati ai concorsi nazionali ed internazionali, Gianmarco Vittorelli, designer laureato presso l’Accademia Italiana di Roma, e Riccardo Rossi, studente della Facoltà di Architettura dell'Università La Sapienza, che si occupano del settore comunicativo utilizzando, tra l’altro, il loro know how di modellazione e grafica dei concept e delle presentazioni.

I progetti

“Qualunque sia il progetto a cui stiamo lavorando, il nostro obiettivo è sempre quello di dar vita a opere che possano lasciare un'impronta nella morfologia della città contemporanea”, sostiene Ranieri Luchetti, progettista, cofondatore & CEO del team.

Tra i progetti cui il gruppo ha partecipato spiccano il concorso Dekton by Cosentino, "Casas Inhaus Lab" del 2019 e "Tree House Module" del 2020. Inoltre, tra migliaia di team da tutto il mondo, IAS Atelier si è classificato tra i finalisti nel concorso "Vale de Moses Meditation Cabin”, dove si richiedeva la progettazione di una cabina di meditazione dalla forma organica, che garantisse un rapporto diretto con l’ambiente e la natura privilegiando un meticoloso studio degli spazi e l’utilizzo di forme e di materiali sostenibili, progetto commissionato dal famoso centro Vale de Moses Yoga Retreat, arroccato nelle remote foreste del Portogallo centrale.

Questo successo ha stimolato il team ad aprire un proprio spazio di lavoro a Roma, nel quartiere storico della Garbatella, diventando un vero e proprio punto di aggregazione di studenti e neolaureati che condividono la passione per l’architettura e l'interior Design, un'officina impegnata ad affrontare le nuove e rinnovate sfide anche rispetto al product design, attraverso l’uso di materiali riciclati.

Inoltre, il gruppo IAS Atelier ha recentemente partecipato alla partnership con il Fablab della Regione Lazio “Spazio chirale”, laboratorio di fabbricazione digitale potenziato e arricchito con le tecnologie di frontiera, e ha stretto una nuova collaborazione con l’associazione “Il valore delle idee” (che promuove, diffonde ed incrementa la cultura della proprietà industriale) con la quale organizzerà nei prossimi mesi un workshop di lavoro per gli studenti iscritti alle facoltà romane di architettura.


Infine, IAS Atelier ha partecipato al concorso "Unlocking Cities" per l’Università di Firenze, indetto alla fine del 2020, con un progetto sull’arredo degli spazi urbani post-Coronavirus; il concorso, infatti, si pone l'obiettivo di dare vita ad Urban Glitch, un nuovo concept sulla riorganizzazione degli spazi urbani utilizzando un modello sostenibile, sicuro, indipendente e modulare che interesserà la zona industriale del quartiere Ostiense di Roma, così da restaurare e riqualificare i numerosi spazi inutilizzati, spesso fortemente degradati e poco sicuri. Rieducare gli utenti a una vita più sostenibile e salutare, coinvolgere, aiutare e sostenere la comunità tutta è l’obiettivo prioritario del progetto che intende favorire l’interazione uomo - natura, garantendo a quest’ultima un protagonismo capace di interpretare il ruolo di una vera e propria “presenza” garante della sicurezza – anche sanitaria - attraverso la maggior vivibilità degli spazi sociali, culturali e relazionali con cui dialoga costantemente.

97 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti